. 

HOME PAGE   ALBO D'ORO
del MCF
  CONTATTACI   FORUM
  L'ASSOCIAZIONE   STATUTO DEL
MCF
  ADERIRE AL
MCF
 
DELEGATI E
AMMINISTRAZIONE
  CAMPIONATI   REGOLAMENTI   GLI ANELLI
  STANDARD DELLA
MARANS
  I DIFETTI   SILHOUETTE  
LE VARIETA'   L' UOVO   COLORAZIONE
DELLE UOVA
  GENETICA
  STORIA   DOCUMENTI   BOLLETTINI
UFFICIALI
 
SONDAGGI   ALBUM FOTOGRAFICO   PICCOLI
ANNUNCI
  PUBBLICAZIONI 
  SANITA'   IL LIBRO    VARIE
SULL'ALLEVAMENTO
 
F.A.Q   LA CITTA' DI
MARANS
  ALTRI SITI  

GLOSSARIO

  CARTA DEGLI
ALLEVATORI
  LISTA DEGLI
ALLEVATORI
     
Sponsors partenaires  du MCF, informations et conditions par mail : CONTACT



 

LE DIFFERENTI VARIETA'
DI MARANS

  Jeune coq Marans VarietÓ Froment



LE VARIETA' UFFICIALI DELLO STANDARD

VarietÓ Cuc¨-argentata
VarietÓ Cuc¨-dorata
VarietÓ Nero-unito
VarietÓ Nero-ramato
VarietÓ Frumento
VarietÓ Fulva a coda Nera
VarietÓ Bianca
VarietÓ Ermellinata

La Marans nana

ALTRE VARIETA' ANCORA DA OMOLOGARE

VarietÓ Nero-argentato
VarietÓ Blu-ramato e Blu-argentato
VarietÓ Bianco Macchiato (splash)
VarietÓ Salmone-dorato e Salmone-argentato


 

PERCHE' ESISTONO TANTE VARIETA' DI MARANS ?

 

La questione della grande varietÓ dei colori nella Marans si pone senza dubbio. E' una specificitÓ relativamente singolare nel panorama delle numerose razze di polli esistenti.

Motivazioni:

1- Una ricchezza genetica ottenuta attraverso numerosi incroci…

La situazione della Marans quanto al numero delle sue varietÓ dipende da circostanze susseguenti alla nascita ed al miglioramento della razza e che si possono spiegare pi¨ facilmente oggigiorno con le due tesi seguenti, che sono fondamentali ed irreversibili nalla costruzione della razza Marans:

- le galline locali originali che subirono degli incroci con dei Combattenti Inglesi di quell'epoca, mostravano diversi colori, e ne possedevano ancora altri allo stato latente; molto probabilmente del Nero-ramato, Frumento, Fulvo a coda Nera e Salmone-dorato.

-I polli Marandaises furono oggetto di numerosi incroci con le diverse razze asiatiche, molto alla moda allora, le quali hanno apportato altri geni come il piumaggio sui tarsi, l'uovo extra-rosso attuale, gli altri colori di piumaggio, direttamente o allo stato latente nelle stirpi utilizzate.

I problemi degli standards, dei colori del piumaggio, delle differenti varietÓ genetiche restarono per molto tempo insoluti in assenza di studi precisi e competenti da parte del Marans-Club de France in un'epoca la cui la descrizione fedele degli avvenimenti ci viene tramandata con precisione dagli archivi dal 1929 e fino al 1966.

I difensori della Marans di allora, non furono risparmiati dalle fluttuazioni d'opinione e gli errori che imperversavano da ogni parte nella prima metÓ del ventesimo secolo in materia di selezione genetica.

Inoltre, la mancanza di competenze nella genetica delle colorazioni del piumaggio, gli errori di incrocio o altri sbagli apparivano assai chiaramente impiantati nelle linee, come risulta dai preziosi documenti conservati dal MCF, e questo spiega naturalmente come pi¨ varietÓ originali venissero al tempo ignorate, e non delle minori: la vera Frumento, la Fulva a coda nera, la Bianco Macchiato, le Blu etc.

Il fatto, oggigiorno, Ŕ che:

La Marans Ŕ nata da numerosi incroci che hanno prodotto una razza ben precisa e sempre pi¨ ricercata a livello nazionale ed internazionale, la quale esiste geneticamente, fin dalle sue origini , in numerose varietÓ che sono "matematicamente" e geneticamente irrefutabili. Sul piano della logica, ci Ŕ del tutto proibito di preferire una certa colorazione o di condannarne in qualsiasi modo un'altra che le leggi inconfutabili della genetica ci hanno imposto.

 

In questa ipotesi, si dovrÓ ancora molto logicamente concedere, per esempio, al colore di pumaggio "Bianco Macchiato" o "splash" tutti i riconoscimenti di una vera varietÓ di colore geneticamente stabile. In effetti, ricordiamo che l'esistenza delle varietÓ Blu dei nostri polli domestici, colore eterozigote per eccellenza, si rivela perfettamente irrealizzabile in assenza della varietÓ Bianco Macchiato che, utilizzata sola, Ŕ pura ed omozigote al 100%!

Il solo difetto che si possa attribuire al "Bianco Macchiato", Ŕ che Ŕ stato esteticamente ricusato ed anche rifiutato in tutte le razze nelle quali Ŕ geneticamente presente in modo naturale, quando invece sul piano scientifico e strettamente genetico, non ha mai potuto e non potrÓ mai essere rifiutato.

2- Una eterna tendenza dell'uomo a differenziarsi…

Dobbiamo anche ammettere che gli allevatori hanno in ogni tempo cercato di distinguersi cominciando ad allevare alcune varietÓ meno diffuse o fuori moda, come certe colorazioni molto diffuse prima della guerra e poi dimenticate.

Questa inclinazione ben umana Ŕ sempre di attualitÓ. Essa contribuisce ad una certa sopravvivenza delle varietÓ rare.

Sembra anche che alcuni paesi si mettano in risalto per la scelta di alcuni colori della Marans piuttosto che altri; come succede peraltro in certe etnie, il che incoraggia anche la diversificazione delle razze e non la loro riduzione.

L'ignoranza degli allevatori del tempo per scomporre le varietÓ misteriose dette "rosso-fulvo-salmonato-pernice" per esempio, non ha mai impedito la conservazione delle stirpi Fulve e Frumento… latenti e comunque sommerse in quel miscuglio che la natura ha preservato…

In seguito e dopo che alcune ricerche sono state fatte in seno al MCF, le stirpi pure di Frumento e di Fulva a coda Nera sono state separatamente allevate come si deve fare ed i loro progressi  sono stati rapidi, i termini "rosso" e "pernice" sono stati ricusati, "salmonato" Ŕ riservato a due tipi della Faverolles.

Sottolineiamo infine, a questo stadio, che i progressi nella selezione della Marans Nero-ramato sembrano concludersi in quanto risultano in una purificazione  genetica progressiva di certi difetti della Nero-ramato, in particolare:

- l'eliminazione delle impuritÓ Fulve nel Nero-ramato

- l'eliminazione dei soggetti troppo neri

- lo scarto dei soggetti Nero-argentato, Frumento, Fulvo etc… a beneficio di altre selezioni pure che le riguardano.

In altri termini, ci si deve ancora una volta convincere del fatto incontestabile che, in un certo qual modo, "Ŕ la Marans stessa che ci ha imposto le sue leggi".


home page

ritorno ad inizio pagina

ę (copyright) MCF 1991/2005
all rights reserved